Depressione nei genitori con un figlio nello spettro autistico.

Crescere un bambino con disturbi dello spettro autistico (ASD) è un fattore di stress severo e spesso i genitori, a causa dello stress sostenuto, presentano elevati livelli di depressione. La depressione è frequentemente correlata alla percezione di una condizione di malattia di un congiunto, ma quest'associazione non è stata mai studiata compiutamente nei genitori di un figlio con disturbi dello spettro autistico. Lo studio[1], compiuto da diverse Università Internazionali tra loro coordinate e pubblicato su Pub Med ad Aprile, in coincidenza con la giornata internazionale dell’AUTISMO, ha cercato di valutare la prevalenza dei sintomi di disagio psicologico e l’associazione con la percezione di malattia nei genitori con un figlio che presenta disturbi dello spettro autistico.

Lo studio ha messo in evidenza una prevalenza di sintomi depressivi clinicamente significativi nei genitori  di un figlio con disturbi dello spettro che è del 34,2%, mentre il 55% di loro presenta comunque livelli clinicamente significativi di disagio psicologico generale. 

I genitori più giovani e quelli con risorse finanziarie inferiori dimostrano avere una maggiore sofferenza psicologica e più gravi sintomi depressivi. I genitori che hanno un’età maggiore e minori risorse economiche, soccombono maggiormente. I genitori ritengono infatti che la condizione del figlio influenzi significativamente la qualità della loro vita e temono che questa condizione possa diventare cronica. Le loro convinzioni circa le conseguenze e la cronicità del disturbo sono risultate correlate significativamente al loro stato di  angoscia psicologica e alla severità dei sintomi depressivi.

 

Conclusioni dello studio.

Questi risultati indicano che una percentuale notevole di genitori con un figlio con disturbi dello spettro autistico presenta sintomi depressivi clinicamente significativi, che sono associati alla presa di coscienza  della condizione di malattia del figlio, condizione che richiede cure e assistenza continua, condizione che diventa molto rilevante per le conseguenze che il problema comporta e per la cronicità del disturbo. 

I dati emersi nello studio hanno fatto desumere agli studiosi che sia indispensabile incoraggiare interventi psicoterapeutici volti a sostenere i genitori per affrontare le conseguenze e la cronicità dei problemi che dovranno affrontare con i figli con disturbi dello spettro autistico, al fine di ridurre nei genitori lo stress psicologico sostenuto.

RIFLESSIONI Se si hanno risorse fisiche (legate all’età) e risorse economiche (dovute al benessere economico) per affrontare le conseguenze della significativa mole di lavoro che comporta il tentare di “liberare” il figlio dalle problematiche correlate alla sindrome, i genitori ce la fanno e sostengono il peso…. Altrimenti… soccombono. Accanto ad un intervento di sostegno psicoterapeutico sempre benvenuto (purché non gravi ancora di più sui bilanci e sulle energie da spendere da parte dei genitori già così duramente colpiti), non sarebbe vantaggioso per la Comunità tutta evitare di dover spendere sull’assistenza continua a tutti i membri del nucleo familiare investendo precocemente su percorsi terapeutici efficaci gratuiti? (ABA, interventi dietetici e protocolli terapeutici mirati, ecc.?)

 


[1] Gatzoyia D 1 , Kotsis K 2 , Koullourou I 2 , Goulia P 2 , Carvalho AF 3 , Soulis S 1 , Hyphantis T 4,The association of illness perceptions with depressive symptoms and general psychological distress in parents of an offspring with autismspectrum disorder, Disabil Health J. ,2014 Apr;7(2):173-80. doi: 10.1016/j.dhjo.2013.10.008.

     

1Department of Primary Education, Special and Intercultural Education, University of Ioannina, Greece. 

2Department of Psychiatry, Medical School, University of Ioannina, 45110 Ioannina, Greece. 

3Department of Clinical Medicine, Faculty of Medicine, Federal University of Ceará, Fortaleza, Brazil.

4 Department of Psychiatry, Medical School, University of Ioannina, 45110 Ioannina, Greece. Electronic address: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   
   
© Formae Mentis Associazione Onlus