Cosa dicono gli studi clinici dell’ABA?

Numerosi studi clinici hanno dimostrato che le tecniche ABA (applied behavior analysis) possono produrre miglioramenti nella comunicazione, nelle relazioni sociali, nel gioco, nella cura di sé, a scuola e nell'occupazione lavorativa. Con TUTTI.
Questi studi hanno coinvolto gruppi di persone di età diverse (dai bambini in età prescolare agli adulti).
I risultati, per tutte le età, hanno mostrato che l'ABA è in grado di aumentare la partecipazione alle attività di famiglia e di comunità.

Un certo numero di analisi dei dati ha esaminato i benefici della combinazione di diverse tecniche ABA nei programmi personalizzati e intensivi -specifici- per l'intervento precoce sui bambini con autismo. Quando si parla di intervento "complessivo" ci si riferisce agli interventi che riguardano una vasta gamma di competenze utili per la vita, dalla comunicazione, alla socialità, alla cura di sé e all’attenzione a scuola. "L'intervento precoce" si riferisce a programmi progettati prima dei 4 anni e "Intensivo" si riferisce a programmi che prevedono un impegno da 25 a 40 ore alla settimana per 1 a 3 anni. Questi programmi, complessivi ed intensivi, hanno consentito ai bambini di imparare e le competenze pratiche in situazioni sia strutturate (organizzate in modo sistematico, a tavolino), che non strutturate (in ambiente naturale: casa, scuola, lavoro, spazi aperti).

L'"intensità" di questi programmi è particolarmente importante per replicare le migliaia di interazioni che bambini neurotipici vivono nelle esperienze di ogni giorno, nell'interazione con i loro genitori e con i coetanei.

Gli studi hanno dimostrato di aver ottenuto, con molti bambini con autismo, significativi miglioramenti nell'apprendimento, nel ragionamento, nella comunicazione e nella capacità di adattamento, quando partecipano a programmi ABA di alta qualità. Tutto dipende dalle capacità dei terapisti, degli operatori formati allo scopo e della collaborazione da parte della famiglia. Diversi bambini in età prescolare che hanno partecipato a programmi intensivi ABA per due o più anni, hanno acquisito competenze sufficienti per frequentare percorsi di scolarizzazione in classi regolari con a volte un minimo o anche nessun sostegno. Altri bambini hanno imparato molte abilità importanti, ma hanno comunque mantenuto il bisogno di un sostegno didattico supplementare per continuare ad avere successo in classe.

In tutti gli studi, soltanto una minima percentuale di bambini ha mostrato soltanto un piccolo relativo miglioramento. Le variabili che intervengono ovviamente sono moltissime. Attualmente, resta difficile prevedere in quale misura un particolare bambino beneficerà dell’intervento ABA qualificato.

I ricercatori hanno anche confrontato un intervento intensivo ABA con un intervento meno intensivo e/o di altri interventi precoci o programmi di educazione speciale per i bambini con autismo. In generale, hanno trovato che i bambini che ricevono un trattamento intensivo ABA riescono ad ottenere miglioramenti più consistenti in più aree di competenza rispetto ai gruppi di controllo di altri bambini che partecipano ad altri tipi di interventi. Inoltre, i dati registrano comunque a favore dei genitori dei bambini che ricevono interventi intensivi ABA, una maggiore riduzione dello stress quotidiano rispetto ai genitori i cui figli ricevono altri tipi di trattamenti.


http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed?term=autism "applied behavior analysis" OR "early start denver model"

   
   
© Formae Mentis Associazione Onlus